Condividi su Facebook   Condividi su Twitter   Invia per email
A Busca il Giro d'Italia delle giovani promesse internazionali
Giovedì il GiroU23 interesserà tutto il territorio comunale, dal centro storico, alla collina della Colletta alla montagna di Valmala e alla pianura. In gara nella più impegnativa e ambita corsa a tappe al mondo per ciclisti Under 23 ci saranno 35 team provenienti da 14 Paesi
Ultimo aggiornamento: 10-6-2022

Giovedì l'evento cicllistico internazionale interesserà tutto il territorio comunale
Prende il via domani, sabato 11 giugno, da Gradara, cittadina al confine fra Emilia e Marche, il Giro d'Italia Under 23 di bici, che avrà la partenza della sua quinta tappa da Busca giovedì  16 giugno.

La Busca-Peveragno, di 146,6 chilometri, scatterà da piazza della Rossa alle ore 12,30, dove il Villaggio sarà aperto al pubblico dalle ore 10,30; il passaggio al santuario di Valmala è atteso alle 13   (con Gran premio della montagna di prima categoria)  e quello di ritorno in città, sulla provinciale 589, alle ore 13,37. Il seguitissimo evento sportivo  internazionale porterà le telecamere di Rai Sport (trasmissione in differita alle ore 18) su tutto il territorio comunale, dal centro storico, alla collina della Colletta alla montagna di Valmala e  alla pianura verso Tarantasca. (in link qui sotto e in foto la cronotabella)
 
 
“Ci apprestiamo con entusiasmo – dicono il sindaco Marco Gallo e l’assessore allo Sport Diego Bressi – ad accogliere questo evento che tingerà la città di nuovo di rosa, dopo il passaggio del 102° Giro d’Italia il 23 maggio 2019 per la tappa Cuneo-Pinerolo. Questo Giro cadetto in realtà porta alla ribalta i prossimi campioni e annovera promesse del ciclismo internazionale appartenenti a tutte le maggiori squadre che partecipano al Giro ‘maggiore’. Torniamo così ad offrire ai nostri numerosi appassionati delle due ruote uno spettacolo tanto più interessante in quanto si svolge in buona parte  all’interno del territorio comunale, da Busca a Valmala. Le tappe cuneesi di questa competizione devono molto al compianto Lorenzo Tealdi, grande  promotore del ciclismo nella Granda e in Piemonte, nostro amico e collaboratore in diversi eventi e che le tappe piemontesi del Giro Under 23  desiderano omaggiare particolarmente”.
 
Le ammiraglie
Nella mattinata della partenza le automobili ammiraglie sosterranno in  piazza Fratelli Mariano le quali passando poi da corso Giolitti raggiungeranno il luogo della partenza. Il Giro passerà sul ponte  dei Cappuccini e svolterà per la colletta, proseguirà verso Rossana-Lemma-Valmala Pian Pietro e santuario, scenderà lungo la strada della valle Varaita verso  Costiliole Saluzzo, tornerà a Busca sulla provinciale e devierà verso Tarantasca (in link qui sotto e in foto il cronoprogramma)
 
Divieti di sosta e transito
Le strade interessate dal passaggio della gara  saranno chiuse tra i 15 e i 30 minuti prima. Dalla sera precedente saranno posti i divieti di sosta in piazza della Rossa, in piazza Diaz e in via Umberto I  e dal mattino alle ore 6 anche in piazza Fratelli Mariano. Divieti di sosta anche nel tratto della provinciale 589 interessata.
 
Una corsa moderna, completa, interessante
Si tratta di una corsa moderna, completa, interessante, alla 45a edizione, organizzata da Extragiro, che si correrà da sabato 11 a sabato 18 giugno in sette tappe e in sei regioni, con la partecipazione di  35 formazioni: 17 team italiani, una mista regionale e 17 formazioni straniere.

35 team al via
Al via della più impegnativa e ambita corsa a tappe al mondo per ciclisti Under 23 ci saranno team provenienti da 14 Paesi: Austria, Belgio, Colombia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Israele, Italia, Kazakistan, Norvegia, Olanda, Spagna, Stati Uniti e Svizzera. Il Giro d’Italia Under 23, rilanciato a partire dal 2017 dal gruppo organizzativo ExtraGiro diretto da Marco Selleri e Marco Pavarini, rappresenta un palcoscenico internazionale unico per territori e aziende, oltre a essere una sfida fondamentale per i migliori talenti del ciclismo italiano e mondiale. Nel 2021 il Giro d’Italia Giovani Under 23 è stato vinto dallo spagnolo Juan Ayuso, già tra i più forti atleti del panorama World Tour. L’ennesimo esempio del ruolo del Giro Giovani, trampolino di lancio per i migliori U23 internazionali verso il mondo del professionismo.

Le tappe
La competizione scatterà da Gradara-Riccione per raggiungere Argenta. La  seconda frazione, è Rossano Veneto-Pinzolo di 168 km; la terza frazione Pinzolo-Santa Caterina Valfurva di 177,1 km con 4.860 metri di dislivello che condizionerà sicuramente la classifica generale.  La quarta tappa è in Valtellina da Chiuro a Chiavenna per 101 km.  Mercoledì 15 giorno di riposo per il trasferimento in Piemonte e ripresa il 16  da Busca.

La tappa, definita “molto bella e movimentata”, dopo la partenza dal centro città, il passaggio sulla Colletta davanti al cippo Pantani e la salita di 12 km al santuario di Valmala, seguirà il passaggio in pianura fino a Peveragno dove si ripeterà il circuito finale tre volte.

Venerdì 17 giugno sarà la volta del tappone della Fauniera con partenza da Boves e traguardo posto ai 2.480 metri del Colle della Fauniera (22 km di salita), di  110,7 km.  Sabato 18 giugno la grande conclusione con partenza da Cuneo e arrivo a Pinerolo dopo 142 km.
 
 
 
 
NELLA FOTO: Giovedì l'evento cicllistico internazionale interesserà tutto il territorio comunale
NELLA FOTO: La cronotabella della tappa
NELLA FOTO: Il calendario su Rai Sport