Condividi su Facebook   Condividi su Twitter   Invia per email
Sabato 17 dicembre e giovedì 22 dicembre due grandi eventi musicali
Recital pianistico di Evgeny Starodubtev, pittore della tastiera, e Antonella Ruggiero con Andrea Bacchetti nella ““La vita imprevedibile delle canzoni”
Ultimo aggiornamento: 15-12-2016

La locandina del concerto di giovedi 22 dicembre al cinema-teatro Lux
Grazie alla consolidata collaborazione dell’associazione culturale Amici della Musica, che gode alla direzione artistica del Maestro Antonello Lerda, con la Città, nelle due settimane che precedono il Natale saranno ospitati a Busca due concerti di grande richiamo: sabato 17 dicembre alle ore 21,15 al Teatro Civico sarà in scena il pianista russo Evgeny Starodubtev, vincitore 2015 del Caraglio International piano Competition, e giovedì 22 dicembre, sempre alle ore 21,15, al cinema-teatro Lux  la straordinaria voce di Antonella Ruggiero e il talentuoso pianoforte di Andrea Bacchetti offriranno lo spettacolo dall’intrigante titolo “La vita imprevedibile delle canzoni”.

Per informazioni e prenotazione posti occorre chiamare Dante e Marilena Degiovanni tel. 339 6013250. Per il concerto di Antonella Ruggiero e Andrea Bacchetti la prenotazione è obbligatoria, al costo di 10 euro, quale quota associativa.
Gli eventi si svolgono con il sostegno di Sedamyl, Fondazione CRT, Fondazione CR Saluzzo, BCC di Caraglio, Fondazione CR Fossano, Granda Zuccheri.

Evgeny Starodubtsev
Il giovane pianista russo, vincitore di innumerevoli premi fra i più prestigiosi, è stato descritto dai più grandi critici internazionali via in citazioni come "straordinario, è possibile immaginare che ci siano due pianisti che suonano Petrushka di Stravinsky”, “senza dubbio una delle giovani stelle nascenti, pittore del pianoforte, coreografo della tastiera", ”stupisce nel brano impossibile da suonare Pianosonate op.12 (1922) in cui risuona lo Shostakovich avanguardistico degli energici ed emozionanti anni '20 russi", "grande trionfatore nell’interpretazione del Concerto n°2 per Pianoforte di Rachmaninov”, “sa far crescere le note fino ad un limite incredibile”.
 
Evgeny Starodubtsev è nato il 9 dicembre del 1981. Nel 1991 è stato accettato nella Scuola Musicale Centrale di Mosca. Dopo la laurea nel 1999 come pianista e compositore, è divenuto allievo dei docenti di composizione del Conservatorio di Mosca. Nel 2000 ha iniziato gli studi come pianista, sotto la guida di Natalia Trull e si è laureato nel 2006. E’ ora  assistente di Natalia Trull alla facoltà di pianoforte del Conservatorio di Mosca. 
Premiato nei concorsi pianistici internazionali:
− 1 ° premio musica spagnola nel Concorso Pianistico Internazionale "Compositores de Espana" a Las Rozas, Madrid (Spagna, 2004)
− 1 ° premio nel Concorso Internazionale Pianistico "Cidade do Porto" (Portogallo, 2005)
− 1 ° premio e un premio speciale per la migliore esecuzione di musica spagnola nel Concorso Pianistico Internazionale "Ciudad de Ferrol" (Spagna, 2007)
− 1 ° premio e due premi speciali per la migliore esecuzione di composizioni di Chopin e per la miglior esecuzione delle composizioni di Szymanowski nel "First International Baltic Piano Competition" a Danzica (Polonia, 2007)
− 1 ° premio "Gran Premio Marcatel" nel Concorso Pianistico Internazionale "Parnassos 2008", a Monterrey (Messico, 2008)
− 1 ° premio nella Competizione Pianistica Internazionale Jean Francaix a Vanves (Francia, 2009)
− 1 ° premio nella Competizione Pianistica Internazionale Delia Steinberg a Madrid (Spagna, 2009)
− 1 ° premio al Internazionale AMA Calabria a Lamezia Terme Nicastro (Italia, 2009)
− 1 ° premio al Concorso Pianistico Internazionale Ricard Vines a Lleida (Spagna, 2009)
− 2 ° premio nel Concorso Pianistico Internazionale "Honens-2009" a Calgary (Canada, 2009)
− 1 ° premio al Concorso Pianistico Internazionale di Ciurlionis a Vilnius (Lituania, 2011) 
− 1 ° premio al Concorso Pianistico Internazionale Giorgos Thymis a Salonicco (Grecia, 2013)
− 1 ° premio al concorso internazionale di pianoforte a Lione (Francia, 2013)
− 1 ° premio al concorso internazionale di pianoforte a Almaty (Kazakhstan, 2013)
− 1 ° premio al Concorso Pianistico Internazionale Skriabine a Grosseto (Italia, 2014)
− 1 ° premio al Concorso Pianistico Internazionale Memorial Isidor Bajic a Novy Sad (Serbia, 2014)
− 2 ° premio al concorso Pianistico Internazionale Khachaturian a Yereven (Armenia, 2014)
− 1 ° premio al concorso Pianistico Internazionale Valsesia a Varallo (Italia, 2014)
 
Antonella Ruggiero e Andrea Bacchetti in “La vita imprevedibile delle canzoni”
Lo spettacolo che attende il pubblico a Busca la sera del 22 dicembre è di quelli che non si possono perdere, per questo l’attivissimo presidente dell’associazione Amci della Musica, Antonello Lerda, invita tutti a prenotare il posto al più presto.

“Mentre ringrazio l’associazione – dice il sindaco, Marco Gallo -per la sua vivace presenza in città, che ci permette di ospitare veri e propri eventi musicali di respiro nazionale e internazionale, sono felice che Busca possa offrire nei giorni che precedono le feste di fine anno due spettacoli così intensi, diversi per genere e, perciò, capaci si andare incontro alle migliori aspettative di un ampio pubblico”.

“La vita imprevedibile delle canzoni” nasce nel 2015 dall’affascinante idea di rivisitare le canzoni di Antonella Ruggiero, voce tra le più belle e versatili del panorama musicale italiano, in una chiave che le avvicinasse alle sonorità della musica classica. Una sfida entusiasmante per la cantante genovese, già da tempo abituata alle contaminazioni tra generi musicali, ma che ancora non si era cimentata in un questo tipo di repertorio. 

Come il titolo dello spettacolo suggerisce, la forza degli arrangiamenti per pianoforte classico e voce dona alle canzoni di Ruggiero, appartenenti in parte alla sua carriera da solista e in parte a quella come voce dei Matia Bazar, una nuova vita: da successi della musica pop e leggera si tramutano in eleganti arie di musica da camera, con uno stile che sembra appartenere ad altre epoche, ma con gusto e sensibilità indiscutibilmente moderni. 

È con il Maestro Andrea Bacchetti, talentuoso pianista classico, che nasce la collaborazione per questo interessante progetto: Bacchetti, che con Antonella Ruggiero condivide le origini genovesi, è noto al pubblico degli intenditori, perché numerose sono le sue partecipazioni a festival internazionali e la sua dedizione è principalmente rivolta verso i capolavori della musica barocca e da camera. Ma in questo spettacolo si avvicina,  pur mantenendo intatto il suo stile, al mondo della cosiddetta “musica leggera”, finora considerato lontano, grazie agli arrangiamenti realizzati appositamente per lui dal Maestro Stefano Barzan.

Sono già state numerose le occasioni di presentare questo spettacolo – inizialmente con il titolo “Ruggiero & Bacchetti, un pianoforte e una voce” – nei teatri di tutta Italia. E il successo di pubblico e critica ha spinto Antonella Ruggiero a fare de “La vita imprevedibile delle canzoni” anche un progetto discografico: il disco, dallo stesso titolo, prodotto da Roberto Colombo è pubblicato con etichetta Libera Music-Sony Classical.
 
 
NELLA FOTO: La locandina del concerto di giovedi 22 dicembre al cinema-teatro Lux
NELLA FOTO: Il pianista Evgeny Starodubtsev