Condividi su Facebook   Condividi su Twitter   Invia per email
Da Busca a Marsiglia con Bloom&Doom
La residenza artistica ha sperimentato un percorso per bambini, con un insegnamento per tutti
Ultimo aggiornamento: 28-9-2021

Meraviglia e applausi sabato scorso per  “Bloom&Doom”
Meraviglia e applausi, sabato scorso 25 settembre, per la “restituzione finale”, ossia lo spettacolo di fine corso, della residenza artistica del progetto internazionale “Bloom&Doom” che ha coinvolto nel corso della scorsa settimana una ventina di bambini buschesi. La Residenza artistica di Bloom&Doom Performing Lands è stata curata dall’associazione Ideagorà nell’ambito del progetto CURA 2021 ed  è stata realizzata con il sostegno di Mirabilia Festival e del Comune di Busca. . E ora l’esperienza buschese sarà portata al Lieux Public di  Marsiglia, centro sperimentale per artisti.

Le nervature delle foglie fatte combaciare con le linee della mano, i messaggi scritti sulla pelle di piccoli animali, una camminata guidata nel cielo specchiato: sono alcune delle esperienza suggestive vissuta da diversi buschesi.tra cui il sindaco, Marco Gallo, che hanno partecipato, incuriositi, all’insolita esplorazione urbana in centro città guidati dai bambini.
 
“Ringraziamo l’artista Caterina Moroni che ha portato a Busca il suo progetto . – dicono gli assessori Lucia Rosso e Ezio Donadio che hanno seguito l’iniziativa per il Comune – I bambini e le loro famiglie sono state sensibilizzate dal percorso laboratoriale che, in un trio di incontri pomeridiani, ha portato i piccoli partecipanti a riflettere sulla natura, sulle loro origini e sul loro futuro, temi più che mai attuali, rivisitati ed elaborati nella restituzione di sabato, quando i piccoli interpreti, costituitisi in un clan, hanno accolto e accompagnato genitori e curiosi per le vie del centro città. Un grazie particolare a tutte le famiglie che hanno accolto l’invito a far partecipare i loro figli a questa avventura”.
 
Hanno dato una mano Alessia e Nicolò, che stanno svolgendo il servizio civile volontario in Comune, e lo staff di Mirabilia.

“Ringraziamo e salutiamo Busca, i suoi bambini e le persone incontrate per la straordinaria accoglienza e disponibilità. – dicono a loro volta  Moroni e il direttore artistico di Mirabilia Fabrizio Gavosto – Affidiamo a tutti  il nostro messaggio, che occorre avere fiducia nei bambini e nelle piante perché loro conoscono la strada”.
 
 
NELLA FOTO: Meraviglia e applausi sabato scorso per “Bloom&Doom”
NELLA FOTO: Organizzatori e amministratori comunali
NELLA FOTO: Una camminata guidata nel cielo specchiato: anche il sindaco Marco Gallo ha partecipato all'esperienza della residenza artistica