Condividi su Facebook   Condividi su Twitter   Invia per email
Dopo de Pisis, Casa Francotto pensa alle prossime mostre
Bilancio positivo della collaborazione avviata con la Città di Cherasco per promuovere insieme eventi culturali
Ultimo aggiornamento: 8-9-2021

Il sindaco Marco Gallo con la curatrice della mostra, Cinzia Tesio, il direttore artistico Riccardo Gattolin e il vicesindaco di Cherasco, Claudio Bogetti
A conclusione della mostra “Filippo De Pisis, la realtà diventa poesia” ospitata nella galleria  Casa Francotto nei due mesi scorsi, il sindaco, Marco Gallo, ha incontrato la curatrice Cinzia Tesio, il direttore artistico Riccardo  Gattolin e il vicesindaco di Cherasco, Claudio Bogetti per alcune considerazioni sull’accordo tra la due città nato al fine di  promuovere insieme eventi culturali e avviato con questa esposizione.

“L’esperienza - spiega il sindaco - è stata molto positiva. Diverse centinaia di persone, molte da fuori provincia, hanno visitato la mostra, nel rispetto di tutte le norme di  sicurezza sanitaria. Con questa nuova collaborazione tra il nostro  il Comune e quello di Cherasco e grazie all'esperienza dei curatori,  speriamo di avvaire  Casa Francotto  a diventare un polo culturale importante del cuneese. Voglio ringraziare  tutti coloro che hanno collaborato: Cinzia Tesio, Rino Tacchella, Roberto Gattolin, lo sponsor Banca di Caraglio con il suo presidente Livio Tomatis e i ragazzi del Servizio Civile del Comune, che hanno  gestito l’apertura della galleria. Adesso ci mettiamo subito al lavoro per prossimi appuntamenti”.

“La  scelta di investire in cultura – ha sottolineato Bogetti, sindaco per due mandati ed attuale vice sindaco di Cherasco – è a volte difficile, ma dà frutti importanti, sia a livello di immagine, sia come testimonianza ed esempio per le giovani generazioni”.
NELLA FOTO: Il sindaco Marco Gallo con la curatrice della mostra, Cinzia Tesio, il direttore artistico Riccardo Gattolin e il vicesindaco di Cherasco, Claudio Bogetti