Condividi su Facebook   Condividi su Twitter   Invia per email
Domenica si inaugura un nuovo Dae per la città cardioprotetta
Il progetto “Persone di cuore” è in continuo ampliamento: con la donazione della famiglia Aimar per la frazione di Bosco salgono a 18 le postazioni, delle quali due mobili
Ultimo aggiornamento: 8-9-2021

Il progetto “Persone di cuore” è in continuo ampliamento: con la donazione della famiglia Aimar per la frazione di Bosco salgono a 18 le postazioni, delle quali due mobili
Si continua a lavorare al progetto "Persone di Cuore. Busca città cardioprotetta", nato nel 2016 e condiviso fra Comune e comitato di Busca della Croce Rossa Italiana. Domenica prossima, 12 settembre, alle ore 11, sul sagrato della chiesa della frazione sarà inaugurata una nuova postazione Dae (defibrillatore automatico esterno) donata dalla famiglia in memoria della signora Maria Pierina Brignone vedova Aimar, morta nello scorso marzo all’età di 88 anni.

“Ringraziamo i donatori – dicono il sindaco Marco Gallo e il consigliere comunale delegato alla Sanità e curatore del progetto Jacopo Giamello – che hanno messo a disposizione dei concittadini un altro strumento salvavita e ci permettono di implementare il nostro progetto, che continua ad essere di esempio nel campo della cardioprotezione e della cultura diffusa del primo soccorso”.

  • Le postazione DAE
  • nei pressi della farmacia Abrate in via Umberto I
  • all’entrata della scuola elementare in via Michelis
  • nei pressi della lapide ai Caduti in piazza della Rossa
  • nei pressi della farmacia san Lorenzo per la zona piazza Savoia/corso Giovanni XXIII
  • all’entrata della scuola media in corso Giolitti
  • all’entrata della Casa della salute in piazza Santa Maria
  • nei pressi del Giardino dell’Infinito in via Verdi
  • nei pressi dell’entrata dell’asilo in via Pes di Villamarina
  • all’entrata del palazzetto dello sport in piazzale Grande Torino
  • all’entrata della sede della Croce Rossa Italiana in corso Romita
  • nei pressi del bar La Virgola in frazione San Giuseppe
  • all’entrata della scuola elementare in frazione Castelletto
  • nel parco giochi vicino alla scuola elementare in frazione Castelletto
  • alla Casa del Pellegrino nei pressi del santuario di Valmala
  • all’interno del palazzetto dello sport (a metà campo)
  • davanti al sagrato della chiesa di frazione Bosco
 
Oltre a questi defibrillatori, il Comune di Busca ha fornito due ulteriori strumenti salvavita: uno è in dotazione ai Vigili del Fuoco, i quali lo portano con sé ad ogni intervento, ed uno è a disposizione del Busca Calcio per gli allenamenti che si tengono lontano dal campo da gioco principale.
 
NELLA FOTO: Il progetto “Persone di cuore” è in continuo ampliamento: con la donazione della famiglia Aimar per la frazione di Bosco salgono a 18 le postazioni, delle quali due mobili