PUBBLICAZIONI E ATTI MATRIMONI

Settore di competenza:
STATO CIVILE
Responsabile del Procedimento:
Chiara PASQUALE

Tel. 0171.948607
E-mail:demografici@comune.busca.cn.it
Celebrazione matrimonio per cittadini italiani e stranieri
Informazioni per i cittadini italiani interessati a contrarre matrimonio civile, religioso concordatario (cattolico) o di altri culti ammessi dallo Stato italiano. I nubendi devono trovarsi nella libertà di stato civile per poter contrarre matrimonio, cosi come richiesto dall'articolo 86 del Codice civile, occorre quindi:
- fissare un appuntamento con il responsabile del procedimento per la richiesta di pubblicazione di matrimonio alla quale devono intervenire entrambi gli sposi;
- chi ha necessità di cambiare residenza da un Comune ad un altro deve avvertire immediatamente l'ufficio di Stato Civile;
- chi intende risposarsi (già vedovo o divorziato o con matrimonio annullato) deve accertarsi che gli atti allo Stato civile e all'Anagrafe, rispettivamente del Comune di nascita e di residenza, siano aggiornati;
- Il cittadino italiano nato all'estero deve accertarsi che il proprio atto di nascita sia già trascritto in Italia; La documentazione viene acquisita d'ufficio.

Il giorno dell'appuntamento
Gli sposi devono presentarsi muniti di un documento valido d'identità (preferibilmente la carta d'identità) e codice fiscale; per il matrimonio cattolico, produrre la richiesta del parroco; per i culti ammessi, produrre la richiesta del ministro di culto con l'attestazione della nomina da parte del ministero degli Interni italiano, escluso alcuni culti per cui e' necessario chiedere informazioni più dettagliate; il minorenne, che ha compiuto 16 anni e non ancora 18, necessita del provvedimento di ammissione al matrimonio del Tribunale dei minorenni con certificazione della Corte d'appello; La donna in stato libero da meno di 300 giorni (vedova o con matrimonio annullato) necessita dell'autorizzazione del Tribunale; La donna divorziata da meno di 300 giorni deve contattare immediatamente l'ufficio dello Stato Civile al fine di stabilire se necessita dell'autorizzazione del Tribunale;

Termini della Pubblicazione ( 8 giorni + 3 )
Decorso il termine della pubblicazione, per i matrimoni da celebrare in forma religiosa, l'ufficio rilascia il certificato di eseguite pubblicazioni da consegnare al parroco. Gli sposi che intendono celebrare il matrimonio con rito civile in un altro Comune devono presentare apposita domanda al Sindaco (in bollo) con motivata richiesta. La delega sarà rilasciata al Sindaco del Comune prescelto per la celebrazione, a pubblicazione avvenuta. Il matrimonio dovrà essere celebrato entro 180 giorni dall'ottavo giorno di pubblicazione. Il matrimonio con rito civile è un servizio gratuito rivolto a tutti coloro che hanno scelto di sposarsi in Comune. Il rito si celebra nella sala consiliare del municipio. All'atto della celebrazione del matrimonio si può scegliere il regime patrimoniale familiare dichiarando all'Ufficiale dello Stato civile la propria scelta (comunione o separazione dei beni).