Condividi su Facebook   Condividi su Twitter   Invia per email
Un anno di Report(Age)
Il sito è  una ricca vetrina che permette al visitatore di avvicinarsi al territorio e dà sollecitazioni per venire a Busca e a Valmala con la consapevolezza che sono davvero tanti gli spunti per fruire del territorio a 360°
Ultimo aggiornamento: 2-2-2022

Costantino Sarnelli, Laura Chiotasso e Barbara Forneris dell'associazione Creative ApSU con l'assessore Ezio Donadio nella cappella di Santo Stefano per la realizzazione in questi giorni dei documenti sui dipinti quattocenteschi dei Biazaci

Un anno fa Report(Age) ha fatto il suo debutto in rete. Il progetto, nato nel 2019 e finalizzato alla promozione turistica del territorio di Busca e Valmala, è realizzato dall'associazione culturale Creative ApSU, con il mandato del comune di Busca e il contributo della Fondazione Crc. Grazie ad esso sono stati raccolti numerosi contributi video-fotografici.

Il sito buscareportage.it presenta non soltanto i video e le gallerie fotografiche, ma anche vari testi e interviste di approfondimento, grazie a collaborazioni con persone e studiosi dei luoghi, ciascuno con un modo proprio di far conoscere le bellezze e le caratteristiche del territorio. La realizzazione è a cura di Costantino Sarnelli, Laura Chiotasso, Barbara Forneris. Anche su Facebook: Fan’s Reportage.

Il viaggio di Reportage, che si dipana tra suggestioni storiche,  inediti scorci di natura, tradizioni e sacre memorie incastonate e custodite dal territorio, è stato studiato con lo scopo di essere consultato e accessibile per la visione dal suo sito: qui si  possono conoscere le linee che hanno guidato e motivato il progetto e seguire le attività dell'associazione  impegnata anche in questi giorni nel prezioso lavoro di mappatura. I contenuti sono incrementati con frequenza mensile.

Questa ricca vetrina permette al visitatore di avvicinarsi al territorio e dà indicazioni e sollecitazioni per venire a Busca e a Valmala con la consapevolezza che sono davvero tanti gli spunti per fruire del territorio a 360°: dal trekking lungo l'antica strada dei Cannoni, per godere della natura e del suggestivo paesaggio, al pellegrinaggio attraverso i luoghi di culto e devozione che hanno il loro culmine nel Santuario della Santissima Madre della Misericordia a Valmala. Il percorso, inoltre, non manca di appagare anche gli appassionati di arte, con, in particolare, i dipinti quattrocenteschi dei Biazaci, ancora ben visibili  e restaurati in diverse chiese e cappelle.
NELLA FOTO: Costantino Sarnelli, Laura Chiotasso e Barbara Forneris dell'associazione Creative ApSU con l'assessore Ezio Donadio nella cappella di Santo Stefano per la realizzazione in questi giorni dei documenti sui dipinti quattocenteschi dei Biazaci
NELLA FOTO: I dipinti dei Biazaci nella capella di Santo Stefano