Condividi su Facebook   Condividi su Twitter   Invia per email
Rimborsi scuolabus e buoni mensa non utilizzati a causa della dad
Da oggi è possibile chiederli: ecco come
Ultimo aggiornamento: 9-7-2021

Da oggi  è possibile chiedere il rimborso  della quota della tariffa scuolabus relativa al periodo di interruzione della didattica in presenza e dei buoni mensa cartacei non utilizzati entro il 30 giugno scorso
Da oggi  è possibile chiedere il rimborso  della quota della tariffa scuolabus relativa al periodo di interruzione della didattica in presenza e dei buoni mensa cartacei non utilizzati entro il 30 giugno scorso.
 
“Prosegue l’impegno del Comune per attivare misure che rispondano alle richieste delle famiglie. – dice l’assessore all’Istruzione e Famiglia, Lucia Rosso – Come già nello scorso anno, anche in questo provvediamo al rimborso della quota della tariffa scuolabus relativa al periodo di interruzione del servizio a causa dell'emergenza sanitaria. Inoltre, anche su richiesta delle famiglie, dal prossimo anno scolastico sarà introdotta una nuova modalità di riscossione della tariffa mensa, che sarà totalmente online tramite PagoPa e sarà basata sul numero dei pasti effettivamente rilevati nei periodi settembre-novembre, dicembre-febbraio, marzo-giugno. I buoni cartacei residui saranno rimborsati”.

Altre informazioni e dettagli sull’invio delle richieste sono in link qui sotto
NELLA FOTO: Da oggi è possibile chiedere il rimborso della quota della tariffa scuolabus relativa al periodo di interruzione della didattica in presenza e dei buoni mensa cartacei non utilizzati entro il 30 giugno scorso