Condividi su Facebook   Condividi su Twitter   Invia per email
Report(age) multimediale per la promozione e la valorizzazione culturale del territorio
Aspetti e suggestioni di Busca e Valmala
Ultimo aggiornamento: 17-12-2019

Gli artisti di Report(Age) con gli ammnistratiori comunali alla serata si presentazione del progetto
La nuova associazione culturale Creative ApSu, presieduta dal regista  Costantino Sarnelli di Le Cerlce Rouge, in collaborazione con la Città di Busca, il municipio di Valmala e il rettore del Santuario di Valmala ha realizzato un progetto dal titol Report(age), che è  stato presentato sabato scorso, 14 dicembre, in Casa Francotto, con relativa mostra multimediale aperta anche  domenica 15.

“Abbiamo voluto dare incarico alla nuova associazione culturale – hanno spiegato il sindaco Marco Gallo e il pro-sindaco Andrea Picco – di realizzare una lettura alternativa di Busca e di Valmala da offrire al turista e alla  comunità per far apprezzare i luoghi più significativi, suggestivi e amati  da una visuale diversa. L’idea è che sia un lavoro culturale e turistico in progresso, che possa via via essere implementato”.

 

Il regista CostantinoSarnelli,  la sceneggiatrice Laura Chiotasso, insieme con la fotografa  Barbara Fornerisci ci spiegano il lavoro.

Perché nasce il progetto? “Il progetto nasce – dicono gli autori - con la volontà di realizzare una piattaforma video e fotografica relativa alla città di Busca e al territorio di Valmala e si pone come obiettivo la produzione di materiale per promuovere e valorizzare il territorio. Le finalità del progetto sono, dunque, la promozione di Busca e  Valmala,  attraverso  un servizio di qualità, in grado di offrire opportunità formative e informative a cittadini e turisti, valorizzare e rendere accessibile il patrimonio culturale locale tramite fruizione di contenuti multimediali, dare al Comune di Busca e al Municipio di Valmala un archivio storico a carattere multimediale”.

Cosa è già stato realizzato? “Il Primo passo è stato fatto nell’ estate 2019 nella chiesa Santissima Annunziata, la Bianca, dove sono state fatte le riprese e gli scatti fotografici con la collaborazione di Giangi Giordano, con cui abbiamo registrato una conversazione  e che ci ha illustrato puntualmente la storia e gli aneddoti della chiesa. Il secondo passo, sempre nella scorsa estate, è stato fatto a Valmala, nel santuario Maria Santissima Madre della Misericordia, per la documentazione della sua storia. In questa occasione è stato nostro oratore il rettore don Federico Riba, che, intervistato dallo storico Pierfrancesco Rolando, ci ha raccontato partendo dall’edificazione legata alle apparizioni mariane avvenute il 6 agosto 1834. Il secondo passo è avvenuto nello scorso autunno sempre a Valmala: nelle sue borgate, accompagnati dalla luce suggestiva dell’autunno e guidati dall’esperienza e la conoscenza del territorio di Pierfrancesco Rolando, abbiamo documentato angoli suggestivi, ripercorrendo le orme dei Cavalieri Templari e accostandoci ai preziosi affreschi dei Bizaci. Il terzo passo è stato di nuovo in  Busca, nella cappella di San Sebastiano: in quest’ultimo passo del primo percorso si è concluso con la documentazione della vita di San Sebastiano affrescata nelle volte della Cappella a lui intitolata con la professoressa Mirella Lovisolo, storica dell’arte e profonda conoscitrice delle opere dei  Fratelli Biazaci”.

“Creative ApSu – dicono ancora gli autori – spera di continuere questo percorso di ricerca e documentazione addentrandosi nel paesaggio, nei luoghi sacri, nella storia e nell’architettura di Busca perseguendo l’obiettivo iniziale: raccogliere e mettere a disposizione il materiale affinché possa essere fruito dai cittadini e dai turisti che meritano di apprezzare la storia e la bellezza della città e delle sue colline e montagne”.
 
 
NELLA FOTO: Gli artisti di Report(Age) con gli ammnistratiori comunali alla serata si presentazione del progetto