Condividi su Facebook   Condividi su Twitter   Invia per email
Distretto del commercio di Busca, si incomincia con un corso formativo
Da giovedì 14 ottobre quattro  webinar e un laboratorio in presenza per dare avvio al piano di rigenerazione urbana
Ultimo aggiornamento: 5-10-2021

Piazza della Rossa, cuore del centro storico
Il primo atto concreto del Distretto del commercio di Busca, costituito grazie alla partecipazione al bando regionale da parte del Comune, è una iniziativa formativa aperta ai componenti del tavolo di concertazione del distretto e a tutti gli interessati. Il corso formativo, che prende avvio il giovedì 14 ottobre, composto da webinar con interventi di alcuni fra i più autorevoli esperti italiani nei campi dell’urbanistica, commercio, nuove tecnologie e startup, economia e gestione delle imprese, è coordinato dal manager del Distretto, Marco Manfrinato, direttore di Ascom Cuneo, il quale, insieme con l'architetto Andrea Marino, progettista del piano strategico del Distretto, concluderà la serie di incontri lunedì 8 novembre dalle 9 alle 11 con un laboratorio progettale in presenza. L’organizzazione del corso è a cura di Ascom Cuneo, con cui il Comune ha sottoscritto un’intesa.

Nascita del Distretto di Busca
Il progetto di rigenerazione e valorizzazione del commercio e del turismo locale presentato dal Comune per l’istituzione del suo Distretto commerciale ha ottenuto nello scorso febbraio il riconoscimento e un primo finanziamento dalla Regione Piemonte, classificandosi  13° sui 77 presentati e i 25 ammessi. “Il risultato - afferma il sindaco Marco Gallo – ha premiato il lavoro di squadra che abbiamo messo in campo e portato avanti anche nel periodo difficile della pandemia. Sono grato alla Confcommercio Cuneo, in particolare al presidente Luca Chiapella e al direttore Marco Manfrinato, con i quali abbiamo lavorato al progetto poi presentato alla Regione”.

“Con l’associazione cuneese – sottolinea l’assessore Diego Bressi che segue l’iniziativa per il Comune -  la collaborazione era iniziata più di dieci anni fa è si è concretizzata con diverse realizzazioni di sostegno e sviluppo e rigenerazione dell’ambiente urbano e del commercio di vicinato. Ora il progetto continua e prende maggior vigore con la costituzione formale del Distretto del commercio di Busca, ente pubblico di emanazione regionale. Ringrazio per la disponibilità Assoimprese Busca e il mondo commerciale, turistico, produttivo e associativo cittadino: a tutti chiediamo di continuare ad essere attori attivi nel tavolo di concertazione”.

Il programma degli incontri
Giovedì 14 ottobre dalle 14:30 alle 16:30  il professor Luca e Tamini, che insegna Progettazione urbanistica di strutture commerciali e coordina due laboratori di Urbanistica presso il corso di laurea magistrale in Architettura della scuola di architettura urbanistica ingegneria delle costruzioni del Politecnico di Milano, parlerà di “Commercio Urbano: la rete di prossimità e forme ibride di commercio. Commercio Urbano: i mercati. Commercio Urbano: recupero degli spazi vuoti e degradati”
Giovedì 21 ottobre dalle 14:30 alle 16:30 Matteo Dispensa, sviluppatore di tecnologie, nel 2013 fondatore di Soluzioni Turistiche Integrate con cui nel 2015 sviluppa il software TIM2go per Expo 2015 e fondatore e socio gestore di INCET (Innovation center Torino), parlerà di “Servizi alle imprese: la logistica nei contesti urbani. Servizi alle imprese: filiere produttive e reti distributive. Servizi alle imprese: integrazione tra settore turistico e commercio”
Giovedì 28 ottobre dalle ore 14:30 alle 16:30 Elena Franco, architetta e fotografa che lavora su progetti artistici di valorizzazione urbana e territoriale e dal 2014 espone con regolarità in sedi istituzionali e musei in Italia e all'estero parlerà di “Distretti del commercio: funzioni e organizzazioni. Distretti del commercio case history”
Giovedì 4 novembre dalle ore 14:30 alle 16:30 Roberto Ravazzoni professore ordinario di Economia e Gestione delle imprese presso il dipartimento di comunicazione e economia facoltà di Scienze della comunicazione e dell'economia dell'università di Modena e Reggio Emilia  dove insegna marketing distributivo e analisi strategica per il posizionamento competitivo, parlerà  di “Economia circolare applicata all'ambito del commercio, dei beni di consumo. Nuovi modelli di consumo. Distretto come incubatore di integrazione e reinserimento lavorativo”.
Lunedì 8 novembre dalle 9 alle 11 si terrà il laboratorio progettuale conclusivo coordinato da Marco Manfrinato, manager del distretto, e dall'architetto Andrea Marino, progettista del piano strategico del distretto.

Cosa sono i Distretti del commercio
Distretti del commercio sono ambiti territoriali partecipati dai Comuni, dalle imprese e dai cittadini uniti per  creare innovazione, integrazione e valorizzazione di tutte le risorse del territorio, per accrescere l’attrattività, rigenerare il tessuto urbano e sostenere la competitività attraverso interventi integrati. Sono i nuovi enti che promuovono il commercio locale lavorando su tutti gli aspetti  che possono far crescere la competitività delle imprese commerciali, soprattutto dei  centri storici. Costituiscono uno degli obiettivi strategici del Piano della competitività della Regione.
 
 
NELLA FOTO: Piazza della Rossa, cuore del centro storico