Condividi su Facebook   Condividi su Twitter   Invia per email
Come si paga la mensa scolastica
Ultimo aggiornamento: 21-9-2021

Un'immagine da internet
Da questa settimana è attivo il servizio di mensa nelle scuole buschesi  affidato dal Comune alla cooperativa Armonia Work. 439 gli  iscritti in tutto che coinvolgono la scuola dell’infanzia del capoluogo (80 iscritti), le primarie del capoluogo (231) e della frazione San Chiaffredo (60) e le medie (68).
 
Spiega l’assessora all’Istruzione, Lucia Rosso: “Da quest’anno, anche su richiesta delle famiglie, il sistema di iscrizione e pagamento dei pasti è stato informatizzato. Le presenze saranno rilevate quotidianamente dal personale scolastico e comunicate alla cucina e al Comune. Periodicamente le famiglie riceveranno, tramite l’e-mail collegata allo Spid con cui si è effettuata l’iscrizione, un bollettino PagoPA per gli importi dovuti. Le scadenze saranno, indicativamente, a dicembre per i pasti rilevati nel periodo settembre-novembre, a marzo per il periodo dicembre-febbraio, a fine anno scolastico per il periodo marzo-giugno”.
 
Il costo del pasto ordinario è di circa 6,50 + iva al 4%. Il buono pasto costa 5 euro alle famiglie, pertanto il Comune integra la parte restante. I pasti sono cucinati dalla cooperativa Armonia Work nelle cucine della residenza Villa Ferrero. Oltre ai refettori nelle sedi delle rispettive scuole, si utilizzano tre saloni della Casa della Salute e il salone parrocchiale di San Chiaffredo, grazie alle convezioni con gli enti che gestiscono le due strutture: “Così – aggiunge Rosso – abbiamo potuto accettare tutte le richieste pervenute fino ad oggi”.
 
Per le scuole primarie l’assistenza ai pasti è stata affidata dal Comune alla cooperativa Valdocco: questo costo è a carico delle famiglie, che riceveranno il bollettino PagoPA relativo via e-mail a fine anno solare.
NELLA FOTO: Un'immagine da internet