Condividi su Facebook   Condividi su Twitter   Invia per email   16-9-2015
Emissioni di gas serra: i cittadini di Busca invitati a rispondere ad un questionario

In forma del tutto anonima, servirà a redigere il Piano di azione (Paes)  con l’obiettivo di ridurre del  20% le  emissioni attraverso politiche e misure locali. Si concretizza così l'adesione della città al Patto dei Sindaci nell’ambito della campagna “Energia sostenibile per l’Europa”

Il Patto dei Sindaci è il principale movimento europeo che vede coinvolte le autorità locali e regionali impegnate ad aumentare l’efficienza energetica e l’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili nei loro territori

Con decisione approvata all’unanimità  dal Consiglio comunale nella seduta del 30 marzo scorso, la Città di Busca ha aderito al Patto dei Sindaci nell’ambito della campagna “Energia sostenibile per l’Europa” (Covenant of Mayors) per la riduzione delle emissioni di anidride carbonica su scala locale.

 

“Ora  chiediamo – spiega il sindaco, Marco Gallo – un contributo fondamentale ai cittadini residenti, i quali sono invitati a di compilare un semplice e veloce questionario sui consumi energetici che si trova sul sito internet del Comune e che ci permetterà sia di conoscere meglio come viene utilizzata l’energia nella nostra città, sia di capire meglio quali interventi che il Comune potrà mettere in atto nei confronti delle famiglie”.



Il questionario è assolutamente anonimo e i dati saranno trattati solo in forma aggregata.

 

Questa iniziativa, su base volontaria, impegna le città a predisporre un Piano di azione (Paes)  con l’obiettivo di ridurre del  20% le proprie emissioni di gas serra attraverso politiche e misure locali che aumentino il ricorso alle fonti di energia rinnovabile, che migliorino l’efficienza energetica e attuino programmi ad hoc sul risparmio energetico e l’uso razionale dell’energia. 

 

Già nel 2005 la Commissione Europea aveva lanciato la campagna "Energia Sostenibile per l'Europa (See)” con l'obiettivo di promuovere una produzione ed un utilizzo più intelligenti dell'energia. Successivamente, nel 2007, l'Unione Europea aveva adottato il documento "Energia per un mondo che  cambia" impegnandosi unilateralmente a ridurre le proprie emissioni di CO2 del 20% entro il 2020, aumentando nel contempo del 20% il livello di efficienza energetica e del 20% la quota di utilizzo delle fonti di energia rinnovabile sul totale.

 

A questo scopo, nel 2008, la Commissione Europea ha poi lanciato il Patto dei Sindaci, un’iniziativa per coinvolgere direttamente e attivamente le città europee nel percorso verso la sostenibilità energetica ed ambientale.

NELLA FOTO: Il Patto dei Sindaci è il principale movimento europeo che vede coinvolte le autorità locali e regionali impegnate ad aumentare l’efficienza energetica e l’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili nei loro territori