AUTOCERTIFICAZIONE

Settore di competenza:
ANAGRAFE
Responsabile del Procedimento:
Paola BOTTERO

Tel. 0171.948605
E-mail:demografici@comune.busca.cn.it
CHE COS'E
E' la possibilità di dichiarare fatti o dati personali in sostituzione del certificato corrispondente.

QUANDO E' POSSIBILE UTILIZZARLA
La pubblica amministrazione è obbligata ad accogliere le autocertificazioni per tutti i casi previsti, mentre i privati sono liberi di accettarle o di richiedere i certificati corrispondenti.

CHE COSA SI PUO' AUTOCERTIFICARE:
- Data e luogo di nascita
- Residenza
- Cittadinanza
- Godimento dei diritti civili e politici
- Stato di celibe, coniugato, vedovo o stato libero
- Stato di famiglia
- Esistenza in vita
- Nascita del figlio, decesso del coniuge, dell'ascendente o discendente
- Iscrizione in albi, in elenchi tenuti da pubbliche amministrazioni
- Appartenenza a ordini professionali
- Titolo di studio, esami sostenuti
- Qualifica professionale prosseduta, titolo di specializzazione, di abilitazione, di formazione, di aggiornamento e di qualificazione tecnica
- Situazione reddituale o economica anche ai fini della concessione dei benefici di qualsiasi tipo previsti da leggi speciali
- Assolvimento di specifici obblighi contributivi con l'indicazione dell'ammontare corrisposto
- Possesso e numero del codice fiscale, della partita I.V.A. e di qualsiasi dato presente nell'archivio dell'anagrafe tributaria
- Stato di disoccupazione
- Qualità di pensionato e categoria di pensione
- Qualità di studente
- Qualità di legale rappresentante di persone fisiche o giuridiche, di tutore, di curatore e simili
- Iscrizione presso associazioni o formazioni sociali di qualsiasi tipo
- Tutte le situazioni relative all'adempimento degli obblighi militari, ivi comprese quelle attestate nel foglio matricolare dello stato di servizio
- Di non aver riportato condanne penali e di non essere destinatario di provvedimenti che riguardano l'applicazione di misure di sicurezza e di misure di prevenzione, di decisioni civili e di provvedimenti amministrativi iscritti nel casellario giudiziale ai sensi della vigente normativa
- Di non essere a conoscenza di essere sottoposto a procedimenti penali
- Di non essere l'ente destinatario di provvedimenti giudiziari che applicano le sanzioni amministrative di cui al debreto legislativo 8 giugno 2001, n. 231
- Qualità di vivenza a carico
- Tutti i dati a diretta conoscenza dell'interessato contenuti nei registri dello stato civile
- Di non trovarsi in stato di liquidazione o di fallimento e di non aver presentato domanda di concordato

- Professione: al variare della professione il Cittadino comunica all' Ufficio anagrafe la variazione. La professione non è oggetto di certificazione.
- Titolo di studio: al variare del titolo di studio il Cittadino comunica all' Ufficio Anagrafe la variazione.

LA VALIDITA' DELL'AUTOCERTIFICAZIONE
L' autocertificazione è resa valida dalla firma dell'interessato.
All' ufficio pubblico che ne ha fatto richiesta può essere consegnata direttamente, oppure può essere inviarla per posta tradizionale o telematica, o via fax, oppure essere consegnata da altri.