Condividi su Facebook   Condividi su Twitter   Invia per email
Bonus comunale emergenza Covid a 179 attività produttive di Busca
Il Sindaco: "Un segno concreto per essere vicino a chi ha pagato di più a causa del lockdown. Ora ricordiamoci del periodo di massima emergenza e non abbassiamo la guardia". Si precisa che il termine per presentare la domanda scadeva il 19 giugno scorso e che ora l'iter è chiuso
Ultimo aggiornamento: 28-9-2020

La pandemia si palesò a Busca in tutta la sua drammaticità mercoledì 11 marzo, quando il primo morto con Covid della provincia di Cuneo fu proprio un buschese: qui il messaggio del sindaco in quella sera che non deve essere dimenticata
179 titolari di attività economiche, produttive e commerciali, che hanno sede o sono operative nel territorio di Busca stanno ricevendo in questi giorni dal Comune  710 euro ciascuna come bonus emergenza Covid19, in base ad un bando comunale che prevede determinati requisiti, tra cui il codice Ateco fra quelli obbligati alla chiusura, la riduzione del fatturato, il regolare pagamento delle imposte comunali Tari ed Imu.

“Si è potuto provvedere – dice il sindaco Marco Gallo – a questo  sostegno al mondo produttivo buschese grazie allo spostamento di un anno della rata capitaria del mutui che il Comune ha in corso con il Ministero delle Finanze e la Finpiemonte.  Si tratta di un contributo significativo per un Comune delle nostre dimensioni ed è il segno di una precisa volontà dell’amministrazione, determinata a essere vicino ai più danneggiati dal periodo di massima emergenza. Nei giorni scorsi gli uffici comunali hanno  inoltre concluso l’istruttoria di un altro bando, del valore di 5000 euro complessivi, destinato alle associazioni buschesi che hanno collaborato attivamente nel periodo del lockdown, a partire dalla Croce Rossa e dalla Protezione civile”.

"Mentre  ringrazio i miei concittadini  - conclude il sindaco - che dimostrano per lo più di essere disciplinati e di osservare le regole di precauzione, invito tutti a continuare a tenere alta la guardia in vista della stagione fredda e a non dimenticare il periodo di massima emergenza che qui  si palesò in tutta la sua drammaticità mercoledì 11 marzo, quando il primo morto con Covid della provincia di Cuneo fu proprio un buschese".

Si precisa che il termine per presentare la domanda scadeva il 19 giugno scorso e che ora l'iter è chiuso.
NELLA FOTO: La pandemia si palesò a Busca in tutta la sua drammaticità mercoledì 11 marzo, quando il primo morto con Covid della provincia di Cuneo fu proprio un buschese: qui il messaggio del sindaco in quella sera che non deve essere dimenticata