Condividi su Facebook   Condividi su Twitter   Invia per email   25-5-2020
Più spazio per i dehor di bar e ristoranti e sospensione della Tosap
Consentito ampliamento pari al doppio
Nuove linee guida per l’estensione delle occupazioni di suolo pubblico ad uso dehor per bar e ristoranti
Nel giorno della riapertura in Piemonte di bar e ristoranti, sabato scorso la Giunta comunale ha approvato  le nuove linee guida per  l’estensione della occupazione di suolo pubblico  ad uso dehor per bar e ristoranti, che sono  valide fino al 31 ottobre prossimo, adottate per garantire il rispetto del distanziamento sociale nel periodo di emergenza sanitaria Covid-19.  Contemporaneamente è sospeso il pagamento della tassa di occupazione del suolo pubblico (Tosap).

I titolari devono compilare un moduolo di domanda che sarà pubblicato lunedì prossimo, 25 maggio, su questo sito. Informazioni: Polizia municipale 0171.948615. In base a queste nuove norme temporanee, l’ampliamento dei dehor esistenti è consentito fino al 100% dell’attuale occupazione.

“Per agevolare il più possibile la ripresa delle attività – dice il sindaco Marco Gallo - , il Comune ha previsto  una nuova disciplina, descritta nelle linee guida appena approvate. In questo periodo di chiusura forzata delle attività a causa dell’emergenza epidemiologica, abbiamo infatti ricevuto  da parte degli operatori del settore richieste in questo senso ed è giusto creare le condizioni per fornire più sicurezza ai clienti e facilitare l’organizzazione delle attività”.

Gli esercenti che ottengono l’autorizzazione all’ampliamento si impegnano a rispettare le normative in materia di sicurezza incendi, di carattere igienico sanitario e non sfar effettuare alcuna diffusione musicale nell’area di occupazione, a provvedere a uno scrupoloso controllo per  garantire che gli avventori non creino assembramento, rispettino la disposizione dei posti a sedere, non producano schiamazzi, far cessare l’attività svolta nell’area dehor/consumo sul posto e sgomberala dai clienti entro le 24, a ricoverare le sedie e gli arredi nelle ore  in cui non sono utilizzate, garantire il transito ai pedoni in condizioni di sicurezza con uno spazio per il libero transito di almeno 1,2 metri, anche sotto i portici, caso di occupazione su strada non pedonale, installare apposite delimitazioni a protezione del pubblico con parapetti, fioriere, rispettare tutte le prescrizioni della normativa e decreti Covid-19.
NELLA FOTO: Nuove linee guida per l’estensione delle occupazioni di suolo pubblico ad uso dehor per bar e ristoranti