Condividi su Facebook   Condividi su Twitter   Invia per email   9-1-2019
Sarà a Busca domenica 3 febbraio la prima sfilata dei carri allegorici della Granda
Da venerdì 1 il 64° Carlevè ‘d Busca 2.0 Gran baldoria a la cà ‘d Micon  e Miconetta 2.0
Gli interpreti dell’allegra combriccola sono in gran parte confermati. Micon è Ivano Falco, 34 anni, idraulico,  Miconetta è Nicoletta De Lio, 40 anni, impiegata, i quali da ben otto anni vestono i panni dei due protagonisti, con loro ‘l Panaté, Andrea Fornero, 23  anni, agricoltore,  la Bela Panatera, Cinzia Garino, 23 anni, impiegata, che dopo aver interpretato una Maschera centallese, da buona buschese è ora  entrata a far parte del gruppo. Cristina Fornero, 25 anni, educatrice,  dopo due da Bela Panatera passa ad interpretare la Birichina insieme con Manuele Giordana, 23 anni, agricoltore, che è il Birichin
Sarà a Busca domenica 3 febbraio la prima sfilata dei carri allegorici della Granda e dintorni: il “64° Carlevè ‘d Busca 1.0 Gran baldoria a la cà ‘d Micon  e Miconetta 2.0”  si terrà a partire da venerdì 1 febbraio, con la serata di investitura delle maschere e la Gran cena di apertura e proseguirà al sabato e alla domenica.
 
Organizza l’associazione Vivi Busca, in collaborazione con il Comune, assessorato alle Manifestazioni.
 
“Busca – dice l’assessore Gian Franco Ferrero – non viene meno alla sua tradizione e, affrontando con slancio e impegno notevole tutte le problematiche legati alla sicurezza degli eventi, presenta un programma assai coinvolgente, con spettacolari intrattenimenti sia per bambini e famiglie, sia per i giovani”.
 
“Insieme a Mondovì e a Saluzzo – sottolinea il sindaco, Marco Gallo -, città di altre dimensioni, siamo davvero lieti di poter continuare a dare vita ad una manifestazione attesa e importante a livello anche extraprovinciale”.
 
“Giochi, spettacoli, serate dance con noti dj e speaker – elenca il presidente di Vivi Busca Alberto Arioli -: tanti eventi faranno da contorno a Micon e Miconetta e ai loro paggi. Le nostre Maschere ufficiali invitano gli appassionati del Carnevale a venire a Busca, nella nuova location nell’area Capannoni, in corso Romita, che ospiterà tutti gli eventi, e a godersi una festa studiata per soddisfare ogni tipo di pubblico”.

Gli interpreti dell’allegra combriccola sono in gran parte confermati. Micon è Ivano Falco, 34 anni, idraulico,  Miconetta è Nicoletta De Lio, 40 anni, impiegata, i quali da ben otto anni vestono i panni dei due protagonisti, con loro ‘l Panaté, Andrea Fornero, 23  anni, agricoltore,  la Bela Panatera, Cinzia Garino, 23 anni, impiegata, che dopo aver interpretato una Maschera centallese, da buona buschese è ora  entrata a far parte del gruppo. Cristina Fornero, 25 anni, educatrice,  dopo due da Bela Panatera passa ad interpretare la Birichina insieme con Manuele Giordana, 23 anni, agricoltore, che è il Birichin.

La direzione artistica degli eventi è stata affidata per il secondo anno consecutivo al giornalista e speaker radiofonico saluzzese Andrea Caponnetto
.
Alla sfilata dei carri sono attese 10 mila persone: dalle ore 14 il percorso si diramerà  dall’area Capannoni verso via Verdi, via Pes di Villamarina, corso  Giolitti e ritorno.  
 
Di seguito il programma, cui prossimamente si aggiungeranno altri dettagli.
 
Nella tensostruttura nell'area Capannoni in corso Romita, a cura di Vivi Busca
Venerdì  1 febbraio
Alle ore 20,30 Gran cena di apertura con le Maschere (18 euro - occorre prenotazione al bar Città)
Alle ore 22 investitura e consegna della chiavi della Città a Micon e Miconetta
Alle 22,45 serata in musica con djset DonPaolo (ingresso 10 euro compresa una consumazione)
Sabato 2 febbraio
Alle ore 14.30 il Carnevale dei Bambini, a cura di Vivi Busca, con giochi musicali, baby dance, animazione con i ragazzi di Zenzero, quizzone in collaborazione con Assoimprese Busca; conduce Andrea Caponnetto
Alle ore 22 nella tensostruttura nell'area Capannoni in corso Romita, Carnival disco night by Movin'on (ingresso 10 euro compresa una consumazione)
 Domenica 3 febbraio
Alle ore 14 Sfilata dei carri allegorici con animazione di piazza a cura di Andrea Caponnetto
Alle ore 17 Gran gioco finale per gruppi mascherati e pubblico al palco delle autorità in via Pes di Villamarina

Info: 335.8205242


La storia di Micon e Miconetta
Era il 1955 quando dalla fantasia di due giovani di allora, il senatore Giuseppe Fassino e l’artista Reno Masoero, nacquero Micon e Miconëtta, le maschere di Busca. “A Busca l’è arivà n’amis ‘d Giandoja ch’a sona la froja e as ciama Micon…- cantava Masoero nella sua famosa canzone dedicata al Carnevale, il cui spartito originale è stato ritrovato nel corso delle ricerche per il libro Nóst Carlevé”, Fusta Editore, 2014 - A l’è portasse ‘n sema Miconeta ch’a l’è na fomenta ch’a va coma ‘n tron! As fermo con noi ‘n cost carlévé, lassomie nèn soi a beivi e mangé!”. E svelando la leggendaria origine di Micon, nato a Busca nella cesta di un vecchio panettiere, sanciva nella coppia mascherata l’antica nomea del buon pane cittadino, con cui, si racconta, i nostri antenati sfamarono i Cuneesi al tempo del lungo assedio da parte dei Franco – Spagnoli nel 1744. Allegorie e simboli di una tradizione secolare, che da allora si rinnovano ogni anno, quando Micon e Miconëtta, prendendo possesso delle chiavi della città, danno inizio al periodo di festa mascherata.
 
Tornerà anche la commedia in piemontese di Giangi & Co.

Intanto, anche la filodrammatica cittadina Ël Ciochè del mattatore Giangi Giordano annuncia che ritornerà puntuale per i giorni clou del carnevale, dal venerdì al martedì "grassi",  con la sua commedia in piemontese per assicurare il buonumore ai  suoi numerosi e affezionati fans, come sempre  al cinema–teatro Lux. Ancora “riservato”, per pochi giorni,  il titolo dell’ edizione 2019, con cui la compagnia teatrale raggiunge la 49^ stagione sempre con lo stesso "capo" e regista, un vero record.
 
 
NELLA FOTO: Gli interpreti dell’allegra combriccola sono in gran parte confermati. Micon è Ivano Falco, 34 anni, idraulico, Miconetta è Nicoletta De Lio, 40 anni, impiegata, i quali da ben otto anni vestono i panni dei due protagonisti, con loro ‘l Panaté, Andrea Fornero, 23 anni, agricoltore, la Bela Panatera, Cinzia Garino, 23 anni, impiegata, che dopo aver interpretato una Maschera centallese, da buona buschese è ora entrata a far parte del gruppo. Cristina Fornero, 25 anni, educatrice, dopo due da Bela Panatera passa ad interpretare la Birichina insieme con Manuele Giordana, 23 anni, agricoltore, che è il Birichin
NELLA FOTO: La locandina della manifestazione