Condividi su Facebook   Condividi su Twitter   Invia per email
Pienamente positiva la partecipazione in Artea
Il Sindaco: "Abbiamo individuato nella Fondazione  uno dei partner più operativi per attuare eventi culturali di grande respiro e provare ad ‘alzare l’asticella’ "
Ultimo aggiornamento: 27-12-2018

La scrittrice Michela Murgia a castello del Roccolo
“Un bilancio del tutto positivo” il giudizio espresso dal presidente della Fondazione Artea, Marco Galateri di Genola, in questo fine d’anno è pienamente condiviso anche dal sindaco, Marco Gallo. Non pe nulla, tra le tante attività organizzato nei diversi centri della provincia di Cuneo dalla Fondazione, partecipata anche dal Comune di Busca, il presidente ha citato come la novità più importante introdotta dalla programmazione del 2018 “Carte da decifrare”, rassegna di letteratura e musica che si è svolta proprio in città, nella splendida cornice del parco del Castello del Roccolo.

Nello scorso giugno sono giunti in città  scrittori del calibro di Diego de Silva, Giancarlo De Cataldo, Michela Murgia e Paolo Giordano per unire la loro arte con musicisti come Danilo Rea, Cristiano Godano, Arrogalla e Minus&Plus. Un format innovativo, realizzato in collaborazione con il Salone Internazionale del Libro, il Circolo dei Lettori e la Fondazione Piemonte dal Vivo, nonché con il supporto organizzativo del Comune tramite l’associazione Castello del Roccolo.

Agli appuntamenti a Busca, su richiesta dell’assessorato alla Cultura della Città di Cuneo, sono seguiti quelli speciali”, realizzati in occasione della XX edizione di Scrittorincittà che ha visto alternarsi sul palco del Teatro Toselli Beppe Severgnini con Simona Bondanza e Alessandro Collina, Marco Malvaldi con Carlo Pernigotti e Antonio Manzini con Giovanni Cosma e Daniele Montesi.
 
“Abbiamo individuato – dice il sindaco Gallo - in Artea uno dei partner più operativi per attuare eventi culturali di grande respiro, provare ad ‘alzare l’asticella’ e fare del nostro territorio un luogo di crescita  e persino di sperimentazione, anche in questo settore, perché sono convinto che investire in cultura sia una via fondamentale per puntare allo sviluppo economico e sociale di un luogo”.
NELLA FOTO: La scrittrice Michela Murgia a castello del Roccolo