Condividi su Facebook   Condividi su Twitter   Invia per email   10-12-2018
Come si rideva una volta: sabato mostra evento
"Fuori il malloppo!" in Casa Francotto alle ore 21. Serata organizzata da Le Cercle Rouge, con il patrocinio della Città. In sala lo storico della satira Dino Aloi. Prima tappa di un nuvo progetto con cui l'associazione culturale buschese svolta verso l'umorismo
La locandina dell'evento
Sarà aperta e illustrata al pubblico sabato prossimo, 15 dicembre,  alle ore 21 in Casa Francotto la mostra organizzata dall'associazione le Cercle Rouge, con il patrocinio della Città, "Fuori il malloppo!", dedicata alla grafica, alla tv  e al cinema  che hanno fatto della satira dei costumi il loro cavallo di battaglia nell'Italia del secolo scorso. 

L'interessante rassegna consiste nella serata-evento  introdotta dalla videointervista allo storico della satira Dino Aloi, che sarà anche presente dal vivo all'incontro, cui seguiranno letture tratte dall'autobiografia di Marcello Marchesi dal titolo "Il Malloppo".  Seguirà un intervento a presentazione della mostra dello stesso Aloi.  La mostra sarà aperta anche domenica16 dicembre  dalle ore 14 alle 18. Ingresso libero.

Il titolo dell'evento è un omaggio sia alle vignette del grande fumettista Jacovitti sia all'ironica autobiografia  di  Marchesi, il "signore di mezza età", uno dei più prolifici autori di sceneggiature, varietà televisivi e sketch pubblicitari del Novecento.

La serata è la prima tappa dii un progetto più vasto sulle origini del nostro attuale senso dell'umorismo. La mostra illustra l'importanza della grafica satirica nel suo rapporto col cinema e la televisione. Si parte dalle vignette  dei giornali satirici degli anni Trenta,  Marc'Aurelio e  Bertoldo, per passare ai film di Federico Fellini ed Ettore Scola, anch'essi vignettisti nella loro giovinezza,  per arrivare all'umorismo filmico e televisivo visto attraverso l’opera di un personaggio poliedrico come Marcello Marchesi.
NELLA FOTO: La locandina dell'evento