Condividi su Facebook   Condividi su Twitter   Invia per email   15-5-2018
Il Giardino dell'Infinito sarà inaugurato il 26 maggio
Scelto un nome molto significativo al parco in piazza Dante Alighieri: tre appuntamenti per l'inaugurazione
La loncadina degli eventi
Al movimento infinito della vita e della natura sarà intitolato il parco di piazza Dante Alghieri. Giardino dell’Infinito sarà il suo nome e una spirale il suo logo.

L’inaugurazione si terrà sabato 26 maggio alle 10  e l’evento avrà un prologo e un seguito: lunedì 21 maggio alle ore 21 in Casa Francotto Busca si terrà la proiezione del video di Pia e Maggio Campra “Parco fluviale Gesso e Stura’’, colonna sonora a cura di Bruno Pignata, con immagini dalla guida “Andar per erbe nel parco fluviale” di Piero Dadone, Franco Ariano, Maggio Campra, +Eventi edizioni, alla presenza degli autori, e domenica 27 maggio dalle ore 14,30, con partenza da piazza Savoia, ci saranno le visite guidate aperte a tutti.
 
Prenderanno parte al taglio del nastro sabato 26 maggio il sindaco, Marco Gallo, la presidente Lion Club Busca e Valli, Maria Immacolata Agostino, la presidente Busca&Verde, Rosalba Capello, rappresentanti dei tre enti che hanno finanziato la realizzazione, e il progettista paesaggista e agronomo Andrea Sessa, con la partecipazione del coro delle classi di 4° della scuola primaria di Busca accompagnato dalla musica della Fabbrica dei suoni. In caso di maltempo l’evento si terrà nell’ala di piazza Santa Maria.

“La sistemazione a parco dell’area verde di piazza Dante è stata voluta dal Comune fin dalla scorsa amministrazione del sindaco Luca Gosso –  dice il sindaco Gallo – che aveva accolto un’idea dell’associazione Busca&Verde. Ora la possiamo inaugurare grazie a risorse pubbliche e private, iniziative di singoli cittadini e di associazioni. Rigraziamo per la perseveranza e la grande disponibilità Busca&Verde e Lions Club Busca e Valli”.

Ma come sarà questo giardino? Non il solito giardino, scrivono i soci di Busca%Verde sul loro profilo Facebook.

“Eì ispirato dalla biodiversità –  spiega la presidente  Capello-  con  molte tipologie di piante che interagiscono tra loro e con l'ambiente, arricchendolo. Sarà un luogo di bellezza pace e serenità, con percorsi e strutture per persone con handicap, per consentire anche a chi è su sedia a rotelle di raggiungerne ogni. Sarà circolare, con essenze profumate e colorate (di prossima realizzazione ),utile anche ai malati Alzheimer, per stimolare i ricordi. Bello da vedere e buono da gustare. Con alberi e arbusti da frutta ai quali attingere, specialmente per i bambini. Avrà un percorso didattico per l'educazione ambientale e il rispetto della natura e sarà un luogo di aggregazione e unione fra  bambini e anziani, darà lo spunto ad eventi e visite. Sarà gestito insieme con i cittadini, chiamati a svolgere piccoli lavori di manutenzioni per curarlo e amarlo. E’ di tutti e va trattato con molto rispetto. Sarà anche il posto dove portare i cani a divertirsi, dove poterli lasciare senza guinzaglio: avranno un settore per loro, realizzato con tutti i canoni di igiene e sicurezza, dotato di acqua potabile".
 
 
NELLA FOTO: La loncadina degli eventi
NELLA FOTO: Il parco in cantiere