Condividi su Facebook   Condividi su Twitter   Invia per email   12-3-2018
In Piemonte la temperatura media si è alzata di un grado e mezzo
Negli ultimi 60 anni. Il dato  è emerso durante la 7^ Giornata della meteorologia. L'esperto dell'Arpa:"Complimenti a voi per iniziative come queste e per l'opera di divulgazione nelle scuole". Intanto la Città si appresta a diventare "smart"
Sabato è stato anche inaugurato il primo tassello dello IoT Smart Meteo Busca, che si sviluppa con il sistema composto da pali modulari multifunzione e telecamere di videosorveglianza, connessi alle reti wi-fi e della  fibra ottica. Il primo palo è stato installato in centro città come progetto pilota, senza spese per il Comune, grazie all'intesa fra Tecno World e Datameteo nell'occasione della Giornata: offrirà la possibilità di informare la comunità su sicurezza, meteorologia, inquinamento in tempo reale tramite display led
In Piemonte la temperatura media è aumenta negli ultimi 60 anni di un grado e mezzo: il dato è stato sottolineato sabato scorso, 10 marzo, nel corso della "7^ Giornata della meteorologia" dagli esperti Claudio Cassardo, professore universitario e climatologo, e Paolo Bertolotto, meteorologo dell’Arpa Piemonte. Inoltre negli ultimi 15 anni le precipitazioni sono state meno numerose e più intense.  Soprattutto, dal 2000 per ben 5 volte sono stati superati i record delle massime (2005, 2010, 1014,1015,2016), a sottolineare il netto aumento delle ondate di calore e una diminuzione dei periodi di freddo.

E’ stato fatto notare che a Torino i record del consumo di energia elettrica negli ultimi anni  si sono spostato dall’inverno all’estate, il massimo storico si è avuto il 22 luglio 2015 con 60.5 GW, pari a +17% rispetto al 2014.

“Ciò che possiamo e dobbiamo fare – a sottolineato Bertolotto dell’Arpa Piemonte – per limitare il surriscaldamento del pianeta è anche quello che state facendo qui a Busca, con giornate come questa di sensibilizzazione alla popolazione e, soprattutto, con l’istruzione nelle scuole. E’ confortante vedere i ragazzi delle vostre scuole salire qui sul palco insieme  noi esperti ad illustrare la situazione e ad invitare ad una cultura del consumo consapevole dell’energia".

Molto coinvolti, infatti, sono stati gli allievi delle scuole di Busca e Villafalletto, che hanno corredato gli interventi dei relatori con disegni, letture, relazioni e canti.

Alla  "7^ Giornata della meteorologia", organizzata da Datameteo, in collaborazione con il Comune, è mancata soltanto la presenta, per motivi di salute (un’improvvisa sciatalgia) del meteorologo più famoso: Marcio Giuliacci ha fatto pervenire un video-messaggio per scusarsi con il pubblico e augurare buon lavoro.

"Grazie ai relatori e agli organizzatori - ha detto il sindaco, Marco Gallo - che hanno saputo legare gli aspetti divulgativi a quelli informativi, di intrattenimento e  di solidarietà su un tema che deve stare a cuore a tutti".

Per fortuna pioveva
“L’evento - dice Gabriele Ghibaudo titolare di  Datameteo.com  – ha avuto comunque un ottimo successo e anche il tempo, in realtà, è stato dalla nostra parte. Infatti, anche se è piovuto tutto il giorno, il fatto non può che rallegrarci, perchè, come hanno testimoniato gli esperti, la pioggia in questo periodo storico sulle nostre terre cuneesi è quanto di meglio possiamo augurarci dal cielo”.

Nella prima parte della giornata, al mattino  cinema-teatro Lux, dopo  i saluti del sindaco, Marco Gallo, del dirigente scolastico Davide Martini, del direttore di Confcommercio Cuneo Marco Mafrinato, di Paolo Caraccio di Datamento.com,  sono intervenuti intrattenendo i convenuti con discorsi molto appassionanti Fabrizio Bruno, uomo-avventura e recordman tour leader professionista, che ha parlato  dei climi estremi, Federica Triboldi, della onlus “Una mano per i bambini” cui la Giornata devolve i proventi, che ha parlato in particolar modo dei bambini  dei quartieri più poveri di Manila (Filippine), cui è rivolto un grande progetto di scolarizzazione, Flavio Cappellano, esperto in Economia e Politica dell'Ambiente ed inoltre hanno animato la mattinata il Coro Cantallegrando di Busca e il cantore Dante Bruno, con gli aneddoti meteo di vita contadina. Ha presentato Doriano Mandrile, caporedattore del Corriere di Savigliano.

I previsti giri in mongolfiera, fermati dalla pioggia, sono stati rimandati, probabilmente alla Fiera di Maggio, in programma per l'ultima domenica del mese.

E’ stato poi  inaugurato il primo tassello dello IoT Smart Meteo Busca, che si sviluppa con il sistema composto da un palo modulare multifunzione, prodotto da Tecno World Group, installato in centro città come progetto pilota da un0intesa fra Tecno World e Datameteo nell'occasione della Giornata, e senza spese per il Comune,  e che offrirà la possibilità di informare la comunità su sicurezza, meteorologia, inquinamento in tempo reale tramite display led. 

Alla sera, in un Teatro Civico al completo, per la seconda parte della Giornata hanno parlato Cassardo,  Bertolotto e ancora Triboldi, moderatore Giulio Botto, giornalista di Telecupole Piemonte.
NELLA FOTO: Sabato è stato anche inaugurato il primo tassello dello IoT Smart Meteo Busca, che si sviluppa con il sistema composto da pali modulari multifunzione e telecamere di videosorveglianza, connessi alle reti wi-fi e della fibra ottica. Il primo palo è stato installato in centro città come progetto pilota, senza spese per il Comune, grazie all'intesa fra Tecno World e Datameteo nell'occasione della Giornata: offrirà la possibilità di informare la comunità su sicurezza, meteorologia, inquinamento in tempo reale tramite display led
NELLA FOTO: Ammnistratori comunali e titolari di Datameto.com e Tecno World sotto il palo multifunzione in piazza della Rossa
NELLA FOTO: I ragazzi sul palco insieme con gli esperti per illustrare la situazione e invitare ad una cultura del consumo consapevole dell’energia
NELLA FOTO: Il sindaco, Marco Gallo, ha aperto la 7^ Gioranta della Meteorologia