Condividi su Facebook   Condividi su Twitter   Invia per email   12-3-2018
Giovedì si parla di fake news
Il Comune organizza con il Cicap due serate dal titolo "Le paure del nuovo millennio". Primio appuntamento alle ore 21 in Casa  Francotto
La locandina degli incontri
 
 
“Paure del nuovo millennio” è il titolo di un mini ciclo di due incontri ad ingresso libero organizzati dalla Città in collaborazione con il Cicap (Comitato italiano per il controllo delle affermazioni sulle pseudoscienze), sezione di Cuneo. Il primo appuntamento è per giovedì prossimo, 15 marzo, alle ore 21 nella sala convegni di Casa Francotto, piazza regina Margherita 4.

“Il Comune – afferma il sindaco, Marco Gallo – ospita da tempo gli incontri del Cicap, perché  pensiamo rientri nei nostri compiti diffondere fra i cittadini l'indagine scientifica e critica nei confronti delle pseudoscienze, del paranormale, dei misteri e dell'insolito svolta da questa prestigiosa associazione nazionale di volontariato”.

Giovedì  il tema sarà  “Storie di ordinaria bugia. Fake news tra scoop e nuovi media”: il tema delle “bufale”, di come internet abbia cambiato il giornalismo e dell’impatto che hanno le notizie false sulla nostra vita sarà trattato da Sofia Lincos, giornalista scientifica, collaboratrice del Cicap dal 2005 e caporedattrice della rivista online “Query on line”.

Giovedì 22 marzo si parlerà di “Intelligenza artificiale: come funziona e cosa diventerà” con Erico Beltramo.

Il Cicap
Il Comitato è un'organizzazione di volontari, scientifica ed educativa nata nel 1989 per iniziativa di Piero Angela e di un gruppo di scienziati, intellettuali e appassionati che sottoscrisse la seguente dichiarazione comune: Giornali, settimanali, radio e televisioni dedicano ampio spazio a presunti fenomeni paranormali, a guaritori, ad astrologi, trattando tutto ciò in modo acritico, senza alcun criterio di controllo; anzi cercando, il più delle volte, l'avvenimento sensazionale, che permetta di alzare l'indice di vendita o di ascolto. Per questo portiamo avanti un'opera di informazione e di educazione rispetto a questi temi, per favorire la diffusione di una cultura e di una mentalità aperta e critica, e del metodo scientifico basato sull’evidenza nell'analisi e nella soluzione dei problemi.

“Quella dichiarazione – è scritto sul sito del Cicap, www.cicap.org -  è più che mai valida oggi, quando sono sempre più diffuse e seducenti idee e affermazioni pseudoscientifiche a sostegno di terapie di non provata efficacia, teorie del complotto, leggende urbane e falsificazioni storiche.  Notizie infondate e autentiche truffe in campo medico, alimentare, economico e storico si mimetizzano con linguaggio scientifico per diffondere contenuti privi di qualsiasi riscontro effettivo e contribuiscono alla diffusione di una cultura della cospirazione che rende difficile un esame accurato e razionale di molti problemi ed eventi”.
NELLA FOTO: La locandina degli incontri