Condividi su Facebook   Condividi su Twitter   Invia per email
Tagli alla consegna della posta: ipotesi da rivedere

Il sindaco: "Garantire i servizi essenziali"

Ultimo aggiornamento: 17-12-2014

Marco Gallo:  va bene la ristrutturazione, ma bisogna salvare i servizi necessari ad anziani e imprese

Esiste l’ipotesi, contenuta in un emendamento alla legge di Stabilità  in discussione che riguarda la consegna della corrispondenza: le Poste potrebbero decidere di consegnarla  a giorni alterni nei comuni con meno di 200 abitanti per km quadrato. In provincia di Cuneo sarebbero coinvolti 225 comuni su 250, tra  cui anche Busca e città come Fossano e Savigliano. E questo significherebbe ricevere la posta soltanto tre giorni alla settimana, poichè il sabato è già escluso.

 

“La riorganizzazione del servizio postale è necessaria – dice il sindaco Marco Gallo - perchè la comunicazione si è spostata nettamente sul telematico, ma i servizi essenziali, ad esempio la consegna delle raccomandate, devono essere garantiti. Come al solito queste  decisioni che ci cadono sulla testa e siamo solo noi sindaci che dobbiamo rispondere direttamente alle lamentele dei cittadini”

NELLA FOTO: Marco Gallo: va bene la ristrutturazione, ma bisogna salvare i servizi necessari ad anziani e imprese