Condividi su Facebook   Condividi su Twitter   Invia per email
Risparmio del 30% sul riscaldamento nelle scuole primarie

Grazie all’automazione

Ultimo aggiornamento: 27-2-2014

Ogni locale dell’edificio dialoga direttamente con il Plc, dove sono stati inseriti l’orario di attività e la temperatura richiesta in ciascuno, in modo che sia ottimale nelle ore di utilizzo

 Il Comune ha dotato l’intero edificio delle  scuole primarie del capoluogo di un sistema “pilota” di  telecontrollo del riscaldamento che sta permettendo dall’inizio di quest’anno scolastico un  risparmio del 30% dei consumi.


L’impianto è stato realizzato dalle ditte buschesi Aimar F.lli per la parte elettrica e Barbero Sergio per la parte idraulica, il software è stato realizzato da Roberto Ellena.


Complessivamente i lavori realizzati in due anni sono costati circa 30 mila euro e fanno parte di un finanziamento della Fondazione CRC.


Investimento azzeccato
“Dati alla mano -  spiega il sindaco Luca Gosso – abbiamo la conferma che l’investimento era da fare e che il suo costo sarà ammortizzato nel giro di pochi anni. L’ammodernamento dei sistemi di  riscaldamento ed illuminazione pubblici per ottenere risparmio e  una migliore qualità dell’aria è stato uno dei punti più qualificanti del nostro mandato ed è  un investimento che continuerà a dare frutti in futuro”.



Controllo a distanza
L’architettura dell’impianto consiste in un Plc Siemens S7-300 cui sono collegati i sensori di temperatura, le elettrovalvole e le pompe di circolazione di tutti i locali dell’edificio. Al Plc è collegato un computer  per la supervisione e il controllo dell’impianto che consente la gestione a distanza da un altro pc oppure da uno smartphone collegati a internet.


Ad ogni locale la sua temperatura
Ogni locale dell’edificio dialoga direttamente con il Plc, dove sono stati inseriti l’orario di attività e la temperatura richiesta in ciascuno, in modo che sia ottimale nelle ore di utilizzo e che il riscaldamento possa essere automaticamente spento quando il locale è vuoto. Il Plc calcola, in base alla temperatura giornaliera, con quanto tempo di anticipo rispetto l’orario di attività deve partire l’accensione.

 

Tutti i valori di temperatura sono archiviati e visualizzati in forma grafica nella finestra di gestione del singolo locale.

 

Per la gestione dei locali di cui l’utilizzo non è regolare, il software garantisce un valore di temperatura minimo nell’orario scolastico, in più, è stato inserito un pulsante di richiesta riscaldamento temporaneo (2 ore), rinnovabile, che innalza il set-point di temperatura ad un valore superiore.
 

E’, naturalmente, possibile accendere determinati locali o l’intera struttura in via occasionale e straordinaria (per corsi extrascolastici, riunioni, saggi…). Nei giorni di chiusura dell’edificio è mantenuta una temperatura minima di antigelo.



In base ai calcoli effettuati nella prima parte  dell’anno scolastico, si è registrato un risparmio di energia del 30% - 40%; rispetto allo stesso periodo del 2012, quando, comunque era già automatizzato un terso dell’edificio.    
 

NELLA FOTO: Ogni locale dell’edificio dialoga direttamente con il Plc, dove sono stati inseriti l’orario di attività e la temperatura richiesta in ciascuno, in modo che sia ottimale nelle ore di utilizzo
NELLA FOTO: L'edificio delle scuole primarie in via Carletto Michelis
NELLA FOTO: Il Plc Siemens S7-300 cui sono collegati i sensori di temperatura