Condividi su Facebook   Condividi su Twitter   Invia per email
Ecco la trama della commedia di Carnevale

“… e  un  ch’a  fa  quatr!”, due atti di  Tremagi, in scena al Lux il 28 febbraio e il 3 ed il 4 marzo

Ultimo aggiornamento: 17-2-2014

Una scena da una scorsa rappresentazione

Anche la tradizionale commedia di Carnevale proposta dalla filodrammatica buschese “Ël Cioché” devolverà quest’anno parte dell’incasso al cinema parrocchiale Lux per consentire l’acquisto dell’apparecchiatura digitale di proiezione, del resto si tratta dello stesso cinema-teatro che accoglie gli spettacoli pluridecennali della compagnia teatrale di città.

 

 

“… e  un  ch’a  fa  quatr!”, due atti di  Tremagi: questo il testo scelto e adattato dal regista e prim’attore Giangi Giordano per l’edizione 2014, che sarà presentato alla prima di sabato 28 febbraio e nelle repliche di lunedì 3 e martedì 4 marzo,  inizio alle ore 21.

 

La trama

Il regista ci racconta la trama: “Ci troviamo al cospetto di una famiglia benestante: la signora Olimpia (Claudia Abbà), vedova dell’ingegner Romualdo Borghetto, ha deciso, considerato l’ingente patrimonio di cui dispone, di elargire una cospicua somma per alleviare l’indigenza della famiglia di un lontano cugino, tale  Giovanni Pelaverga Baròt per potersi sentire, almeno in parte, con la coscienza a posto, dal momento che, anni addietro era stato proprio il cugino Giovanni a darle una grossa mano. La signora Olimpia ha una figlia Silvia (Elisa Paoletti) con aspirazioni artistiche, un cameriere, Giulio (Alessandro Arnaudo), intraprendente ma soprattutto attento a rimpinguare le proprie tasche anche illecitamente, e una cognata, Eulalia (Simona Degiovanni), zitella ed alquanto vanitosa. E’ altresì presente, con pseudo pretese artistiche, un critico d’arte, Reginaldo Pagano (Denny Bertaina), il cui unico intento è metter radici nella famiglia, e il ragionier Amilcare Berla (Luca Paoletti), segretario di Olimpia e succube, in tutto, alle direttive della padrona di casa.  A un certo punto si attende l’arrivo del figlio del cugino Giovanni, Pero Pelaverga Baròt (Giangi Giordano), sposato con la signora Vittoria (Eleonora Giordano) in dolce attesa e molto apprensiva. Pero è accompagnato da un finto avvocato (Gianni Paoletti), temprato a tutte le vicissitudini e che bada essenzialmente al proprio tornaconto. Tutto si concluderebbe in modo rapido ed indolore se, come da un cilindro, non uscissero altri tre Pelaverga Baròt (Berto, Renso e Gildo) gemelli di Pero, creando esilaranti situazioni di panico…"

Prevendita presso Alex Fiori (piazza don Fino).

NELLA FOTO: Una scena da una scorsa rappresentazione