Condividi su Facebook   Condividi su Twitter   Invia per email   11-2-2014
Due argentini in visita a Busca

Una nipote di un emigrante buschese è  venuta a scoprire le prioprie origini

I due argentini ospiti ieri in municipio

Che sia stata significativa la scelta per Busca di gemellarsi con una città argentina è confermata dal periodico arrivo in città di alcuni dei discendenti dei tanti buschesi che fra la fine dell’800 e l’inizio del secolo scorso erano andati a cercare fortuna nel Paese delle sterminate pampas.

 

Una di queste occasioni si è presentata ieri, quando sono stati ricevuti dal sindaco, Luca Gosso, in municipio due argentini di origine piemontese e buschese.

 

La signora Ana Lidia Mijno, insegnante,  abitante nel comune gemellato  con Busca  San Marcos Sud (Cordoba), è venuta in visita alla città per la prima volta in cerca delle sue radici: il nonno, Giacomo Mino nato nella frazione San Vitale di Busca, infatti, emigrò in Argentina nel 1912.

 

Ana era accompagnata da Carlo Evasio Maggi,  la cui famiglia è originaria di Alessandria.

NELLA FOTO: I due argentini ospiti ieri in municipio