Condividi su Facebook   Condividi su Twitter   Invia per email
Il restauro della sala dell’Archivio comunale

Prossimo l'avvio dei lavori alle sale del primo piano per completare gli interventi al municipio

Ultimo aggiornamento: 24-1-2014

Un angolo della sala dell'Archivio

Sono prossimi i lavori di restauro della volta e della pareti della sala dell’Archivio comunale. Dopo gli interventi conservativi, conclusi a fine 2012, degli affreschi murali della galleria al primo piano del municipio Palazzo San Martino e delle superfici murarie e degli stucchi della sala consigliare della Città, la Giunta comunale nello scorso aprile ha approvato il progetto per il restauro delle cinque sale al piano nobile, con recupero delle volte, su progetto dell’Ufficio tecnico comunale con il supporto dello studio Arch. Igor Violini di Cuneo, per  l’importo complessivo  75.000 euro.

 

La Giunta ha stabilito di provvedere al finanziamento dell’opera con una richiesta di contributo alla Fondazione della Cassa di  Risparmio di Torino sul bando “Restauri Cantieri Diffusi” per 25.000 euro, con una richiesta di contributo alla Compagnia di San Paolo di Torino per 25.000 euro e di provvedere per i restanti 25.000 euro con fondi propri.

 

Il progetto ha poi ottenuto l’erogazione di un primo contributo del valore  di 17.500 euro dalla Fondazione della Cassa di Risparmio di Torino ed  ora il Comune ha deciso di procedere ad un primo lotto, aggiungendo alla somma stanziata dalla Fondazione altri  10.000 euro da fondi propri.

 

Il primo lotto riguarda, dunque,  il restauro conservativo della sala della Archivio comunale.

 

L’Ufficio tecnico Comunale ora procede con la richiesta dei preventivi estesa a diverse ditte del settore per provvedere all’affidamento dei lavori.

 

 

Il progetto

 

L’intervento consiste nel recupero della volta e delle pareti (in gran parte coperte dagli armadi che contengono i faldoni dell’archivio), particolarmente urgente, viste le condizioni di degrado delle decorazioni, imputabili ad infiltrazioni di acqua piovana  avvenute prima del rifacimento del tetto del palazzo, realizzato pochi anni fa.

 

Saranno messi a terra gli impianti elettrici; saranno poi compiute le analisi stratigrafiche con prelievi di campioni della superficie pittorica, eseguiti trattamenti per la rimozione dei sali e puliture con pennellesse e panni di gomma; consolidati gli strati di intonaco delle murature con malte idonee e si provvederà a tutti i passaggi previsti dal progetto dello studio incaricato.

NELLA FOTO: Un angolo della sala dell'Archivio
NELLA FOTO: Le pareti della sala sono in gran parte occupate dagli armadi d'epoca
NELLA FOTO: Un paricolare della volta della sala dell'Archivio