Condividi su Facebook   Condividi su Twitter   Invia per email   17-5-2017
Per piazza Dante molto più di un 'semplice' parco
Ieri sera incontro molto partecipato per spiegare il progetto alla popolazione. Ad intervento finito, il parco risulterà un ambiente stimolante bambini, anziani e persone con disabilità motorie e non vedenti
Il cantiere del parco
Al nuovo parco in piazza Dante il cantiere è stato aperto il primo marzo scorso e i lavori stanno proseguendo secondo programma. Per spiegare quanto si sta realizzando, molto più che una semplice area verde attrezzata, le associazioni Busca&verde e  Lions club Busca e Valli, insieme con il Comune, hanno organizzato un incontro con la popolazione, che si è svolto ieri sera nella sala convegni della galleria Casa Francotto con una notevole partecipazione di pubblico.
 
Hanno parlato, con la conduzione del giornalista di Telecupole Giulio Botto, il sindaco, Marco Gallo, il presidente del Lions Club Busca e Valli, Claudio Garelli, la presidente di Busca&verde, Rosalba Capello, il progettista, Andrea Sessa. Inoltre è stato proietto un video, realizzato con molto gusto da Alessandro Madala, che è servito più di ogni parola ad evidenziare le peculiarità di quanto si sta realizzando, e che si può al link su Youtube qui sotto.

“La sistemazione a parco dell’area verde di piazza Dante è stata voluta dal Comune fin dalla scorsa amministrazione del sindaco Luca Gosso – precisa l’attuale sindaco Marco Gallo – che ha accolto un’idea dell’associazione Busca&Verde. Ora lo stiamo concretizzando ricorrendo, anche in questo caso, come per altri progetti in corso in città, mettendo insieme risorse pubbliche e private, iniziative di singoli cittadini e di associazioni. In questo caso ringraziamo per la perseveranza e la grande disponibilità Busca&Verde e Lions Club Busca e Valli”.
 
I lavori di questo primo lotto riguardano, dopo lo scortico della superficie del terreno, la realizzazione dei sentieri, la posa dell’impianto di irrigazione, che sarà sia a pioggia che a scorrimento con canale dell’acqua irrigua, la semina dell’erba, la posa degli alberi più grandi.
 
Ad intervento finito, il parco risulterà un ambiente stimolante, con essenze da fiore profumate, piacevoli al tatto e anche al gusto e i bambini e gli anziani avranno uno spazio riservato per loro, dove cimentarsi con il giardinaggio. Il progetto prevede che il sistema di manutenzione sia in “permacoltura”, ossia nel pieno rispetto di un ecosistema naturale e della consociazione di piante (biodiversità) al fine di creare un habitat favorevole alla loro crescita.
 
Nella grande area saranno creati di un anfiteatro verde, un percorso didattico e sensoriale rivolto in particolare a bambini, anziani e persone con disabilità motorie e non vedenti, uno stagno, una collinetta, un’ area “pipican” per le deiezioni dei cani, attrezzata con fontana, panchine e distributore dei sacchetti per la raccolta, e arredo vario, per un costo totale di circa 100 mila euro, 45 dei quali già stanziati, 30 mila euro dal Lions, 10 mila euro dal Comune e 5 mila euro da Busca&Verde. Per concludere i lavori serviranno altri finanziamenti, per i quali si stanno studiando altre forme di raccolta fondi.
 
NELLA FOTO: Il cantiere del parco
NELLA FOTO: Ieri sera incontro molto partecipato